Sedazione Cosciente

Sottoporsi ad un intervento odontoiatrico può risultare incredibilmente traumatico per molti individui. Numerose persone soffrono della cosiddetta “paura del dentista”, che in alcuni casi assume la forma di una vera e propria fobia. Molto spesso i bambini sono troppo piccoli per collaborare o sono stati traumatizzati da precedenti esperienze per poter sottoporsi con tranquillità alle cure del dottore.

Oggi tutto questo può essere superato con l’aiuto della Sedazione Cosciente. Questa tecnica analgesica, introdotta negli ultimi anni, consente, tramite l’utilizzo di una mascherina nasale collegata ad un macchinario elettronico (Reinhold), l’assunzione inalatoria di una miscela di due gas (Ossigeno e Protossido d’Azoto) riducendo notevolmente l’ansia e lo stimolo del vomito, oltre ad innalzare la soglia del dolore, stabilizzare il battito cardiaco e la pressione arteriosa.

E’ bene precisare che non si tratta di un’anestesia generale; infatti questa tecnica non comporta la perdita dei riflessi protettivi, il paziente rimane vigile, mantiene i riflessi tutelari e può interagire con l’operatore, anche chiedendo la sospensione immediata del trattamento se lo giudica non adatto a sé. L’effetto che il paziente percepirà sarà una condizione di rilassamento, leggerezza, benessere e una riduzione della percezione dolorosa durante l’intervento. Le paure e le tensioni si trasformano in una sensazione di sicurezza, il tempo passa rapidamente e si hanno pensieri piacevoli. 

L’effetto della sedazione è immediato e viene regolato variando le quantità dei due gas: aumentando la percentuale di Protossido d’azoto, il paziente inizierà a percepire la condizione di rilassamento. Quando la seduta è terminata, aumentando la percentuale di ossigeno, l’effetto della sedazione scompare in pochi secondi; il paziente è in grado di lasciare lo studio dentistico da solo, in condizioni fisico-mentali perfettamente normali, e guidare l’auto.

Tutti i pazienti possono richiedere la sedazione cosciente per qualsiasi tipo di terapia, anche la più banale come l’igiene professionale in studio. In particolar modo può risultare utile:

– Pazienti con reazioni emotive forti (agitazioni, svenimenti)

– Pazienti che assumono ansiolitici

– Pazienti che soffrono di facile vomito

– Pazienti a rischio cardiovascolare

– Pazienti Diabetici

– Pazienti Epilettici

– Bambini non collaboranti

– Bambini portatori di handicap  

La sedazione cosciente si rivela un metodo assolutamente sicuro, in quanto non causa allergie, non è tossico né irritante e non viene metabolizzato dall’organismo ma semplicemente eliminato attraverso la respirazione.

Le controindicazioni esistono per:

– Pazienti claustrofobici che non tollerano la mascherina nasale

– Pazienti incapaci di respirare con il naso a bocca aperta

– Pazienti con disturbi della personalità

– Pazienti con malattia polmonare cronica ostruttiva (BPCO)

– Pazienti in gravidanza

– Pazienti in cura con antidepressivi

– Pazienti con scompensi cardio-circolatori

– Pazienti con sclerosi multipla

– Pazienti con miastenia

fonti:

http://www.ildentistamoderno.com/la-sedazione-cosciente-nel-bambino/

http://www.ospedalebambinogesu.it/sedazione-cosciente-con-protossido-d-azoto-in-odontoiatria#.W6drjpMzZPM

https://www.reinhold.it/

http://salute24.ilsole24ore.com/

https://infodent.it/news

http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/salute_denti_gengive/2018

http://www.odontoiatria33.it/

WhatsApp chat